Menu principale

Ti trovi in:

Home » Comune » Documenti » Accordi, protocolli e convenzioni » Protocolli d'intesa » Protocollo d'intesa candidatura a Riserva della Biosfera

Menu di navigazione

Comune

Protocollo d'intesa candidatura a Riserva della Biosfera

di Mercoledì, 06 Maggio 2015
Immagine decorativa

Il Comune di Ledro ha aderito al Protocollo d'Intesa per la candidatura del territorio dell'Ecomuseo della Judicaria 'dalle Dolomiti al Garda' e della Rete delle Riserve delle Alpi ledrensi a RISERVA DELLA BIOSFERA.

Protocollo 798,93 kB

Il territorio compreso tra le Dolomiti di Brenta-UNESCO World Heritage Site (Parco Naturale Adamello-Brenta/Geopark) ed il Lago di Garda, nel Trentino Sud Occidentale, bacini imbriferi dei fiumi Sarca-Mincio-Po e Chiese-Oglio-Po, nell’Italia Settentrionale, presenta una serie di caratteristiche naturali ed antropiche di grande rilevanza, dovute allo spazio di collegamento tra la Pianura Padana e l’area Mediterranea da una parte e l’area centrale delle Alpi dall’altra, alla variabilità altitudinale e climatica, alla costante presenza multiforme dell’acqua ed alla conseguente ricchezza vegetazionale e faunistica. Ma pure ad una presenza millenaria dell’uomo, testimoniata nei siti palafitticoli di Molina di Ledro e Fiavé - UNESCO World Heritage Sites, da siti culturali di eccellenza quali castelli e chiese affrescate, da attività umane tradizionali ben integrate con il territorio, comprese l’allevamento e l’alpicoltura, la gestione del bosco, l’attività venatoria e da una gestione caratterizzata dall’uso collettivo e cooperativo dei beni ambientali, ad iniziare dall’acqua e dalle risorse della montagna.

Nelle aree già interessate dall’attività pluriennale dell’Ecomuseo della Judicaria “Dalle Dolomiti al Garda”, istituito ai sensi della legge provinciale n. 13 del 9 novembre 2000, comprendente i Comuni di Comano Terme, Bleggio Superiore, Dorsino, Fiavé, San Lorenzo in Banale, Stenico e Tenno, nell’ambito delle Comunità delle Giudicarie e dell’Alto Garda e Ledro e da quella più recente, ma già molto attiva, della Rete di Riserve “Alpi Ledrensi”, istituita ai sensi della legge provinciale n. 11 del 23 maggio 2007, comprendente i Comuni di Ledro, Riva del Garda, nuovamente Tenno, Storo e Bondone, ricadenti nelle già citate Comunità di valle, è emersa l’opportunità di avviare un percorso virtuoso di sviluppo sostenibile e di conferire ulteriore valore al territorio attraverso la candidatura a “Riserva della Biosfera” nel Programma Man and Biosphere (MaB) dell’UNESCO.

In questo modo, le Amministrazioni locali, con la fondamentale partecipazione delle rispettive popolazioni, anche per il tramite delle numerose associazioni ed altre forme aggregative locali, e con la supervisione della Provincia autonoma di Trento, intendono confermare i processi virtuosi fino qui attivati, acquisire dal Network UNESCO le migliori buone pratiche per avviare nuove attività e mettere a disposizione dello stesso Network le proprie conoscenze ed i propri modelli.

La proposta nata dai territori è stata fatta propria dalla Provincia autonoma di Trento che, nella seduta del 20 marzo 2013 del Consiglio provinciale, ha approvato all’unanimità un atto politico d’indirizzo (l’ordine del giorno n. 411/XIV) con l’obiettivo di valutare la possibilità di candidatura e di sostenerne il relativo percorso.

Attivando fin da subito una rete di ascolto del territorio ed organizzando, con la collaborazione degli enti e delle associazioni locali, numerosi momenti di informazione e di sensibilizzazione. Dopo aver assolto questa fondamentale funzione di coinvolgimento territoriale, i Soggetti promotori hanno dato vita ad un Dossier di candidatura che ha potuto riassumere la ricchezza e varietà dei contenuti naturali ed antropici dell’area interessata e che ha sviluppato alcune proposte per il futuro, riassunte in una prima serie di progetti per il Piano di gestione secondo tre grandi assi, corrispondenti con quelli dello Sviluppo sostenibile – Ambiente, Economia, Società ed in grado di assicurare le funzioni della Riserva della Biosfera, cioè: Conservazione, Sviluppo sostenibile e Supporto logistico nelle diverse aree interessate: Core, Buffer e Transition.

Per saperne di più visita la sezione del sito dedicata alla Riserva della Biosfera.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam