Ti trovi in:

Attività Economiche » Commercio su area pubblica » Limiti alla vendita alcolici e superalcolici su aree pubbliche

Menu di navigazione

Aree tematiche

Limiti alla vendita alcolici e superalcolici su aree pubbliche

di Giovedì, 24 Marzo 2016
Immagine decorativa

Per bevanda alcolica si intende ogni prodotto contenente alcol alimentare con gradazione superiore a 1,2 gradi di alcol, mentre per bevanda superalcolica si intende ogni prodotto con gradazione superiore al 21% di alcol in volume (art. 1, comma 2 della L. 125/2001).

Ai sensi dell'art. 87 TULPS "E' vietata la vendita ambulante di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione".

L'art. 14 comma 3 della L.P. n. 17/2010 dispone: "E' vietata la vendita su aree pubbliche di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione diverse da quelle poste in vendita in recipienti chiusi nei limiti e con le modalità previste dall'art. 176, comma 1 del R.D. 6 maggio 1940, n. 635". Possono quindi essere vendute su aree pubbliche:

  • le bevande superalcoliche (contenuto alcolico superiore al 21% del volume) in recipienti chiusi di capacità non inferiore a litri 0,200;
  • le bevande alcoliche in recipienti chiusi di capacità non inferiore a litri 0,33.

Art. 14-bis comma 2 della L. 30/03/2001, n. 125 - Legge quadro in materia di alcol e di problemi alcolcorrelati: "Chiunque vende o somministra alcolici su spazi o aree pubblici diversi dalle pertinenze degli esercizi muniti della licenza prevista dall'articolo 86, primo comma, del TULPS, dalle ore 24 alle ore 7, fatta eccezione per la vendita e la somministrazione di alcolici effettuate in occasione di fiere, sagre, mercati o altre riunioni straordinarie di persone ovvero in occasione di manifestazioni in cui si promuovono la produzione o il commercio di prodotti tipici locali, previamente autorizzate, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.000 a euro 12.000. Se il fatto è commesso dalle ore 24 alle ore 7 attraverso distributori automatici, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 30.000. Per le violazioni di cui al presente comma è disposta anche la confisca della merce e delle attrezzature utilizzate."
Divieto dalle ore 24.00 alle ore 7.00 vale per le attività di commercio su aree pubbliche che si svolgono in forma itinerante e nei chioschi (non abilitati alla somministrazione).

Mentre è vietata la vendita e somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche sulle aree pubbliche da parte degli esercizi muniti della licenza prevista dall'articolo 86 primo comma del TULPS, dalle ore 3 alle ore 6.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam