Ti trovi in:

Attività Economiche » Attività rumorose temporanee a carattere commerciale e ricreativo

Menu di navigazione

Aree tematiche

Attività rumorose temporanee a carattere commerciale e ricreativo

di Mercoledì, 25 Maggio 2016 - Ultima modifica: Martedì, 02 Luglio 2019
Immagine decorativa

Sono da considerare attività rumorose temporanee a carattere commerciale e ricreativo, le attività culturali, ricreative e di spettacolo nonchè le attività di intrattenimento esercitate presso pubblici esercizi o esercizi commerciali, a supporto dell’attività principale autorizzata, o presso circoli privati, che producono inquinamento acustico attraverso l’uso di sorgenti sonore amplificate e non, con frequenza non superiore alle 4 volte al mese in ambiente esterno e alle 8 volte in ambiente confinato nel mese solare e comunque per non più di 8 volte cumulativamente.
A titolo di esempio: i concerti musicali, gli spettacoli, le feste popolari, le sagre, le manifestazioni di partito, sindacali, di beneficenza, le manifestazioni turistiche e sportive e i luna park itineranti.

Ai sensi dell'articolo 6, comma 4 del vigente Regolamento acustico comunale, lo svolgimento nel territorio comunale delle manifestazioni temporanee a carattere rumoroso, al di sopra dei limiti massimi di rumore individuati nel Piano di zonizzazione acustica acustica comunale vigente, è consentito come di seguito:

ATTIVITA’ RUMOROSA TEMPORANEA FASCIA ORARIA
a) manifestazioni all’aperto ed assimilabili dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 24.00
b) esterno dei pubblici esercizi dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 24.00
c) interno dei pubblici esercizi    
dal 01/10 al 31/05
dal 01/06 al 30/09
fino alle ore 2.00
fino alle ore 1.00.

La notte dell’ultimo dell’anno (31 dicembre) gli orari indicati alle lettere a) e c) sono prorogati fino alle ore 4.00 del 1 gennaio.

 

Lo svolgimento delle attività rumorose nel territorio comunale nel rispetto dei limiti di orario sopra indicati, si intendono automaticamente autorizzate se viene presentata al Comune, almeno sette giorni prima dell’inizio della manifestazione, una comunicazione, conforme all’apposito modello approntato dal Servizio comunale preposto, che contenga una dichiarazione circa rispetto dei limiti ed orari indicati all'art. 6 comma 4 del Regolamento acustico comunale vigente e l’elenco degli accorgimenti tecnico – procedurali per l’ulteriore limitazione del disturbo.

.

AUTORIZZAZIONI IN DEROGA AI LIMITI DI ORARIO

Per tutte le attività rumorose per le quali non sono rispettati i limiti di orario di cui all'art. 6 comma 4 del Regolamento acustico comunale vigente, il Responsabile della manifestazione dovrà presentare al Comune domanda di autorizzazione in deroga, almeno quindici giorni prima dell’inizio dell’evento,  conforme all’apposito modello approntato dal Servizio comunale preposto.
Il Comune, valutati i motivi della domanda di autorizzazione in deroga e della documentazione presentata e tenuto conto della tipologia dell’attività, della sua collocazione fisica e temporale e delle altre deroghe concesse per il medesimo sito nell’arco di un anno, nel provvedimento di autorizzazione assentito può prescrivere il rispetto di specifici valori limite assoluti, la limitazione degli orari e dei giorni di attività, le ulteriori modalità di natura tecnica, organizzativa e procedurale per ridurre le emissioni sonore e il disturbo entro i limiti ritenuti accettabili con l’eventuale prescrizione di informare la popolazione interessata.

Per le attività rumorose a carattere temporaneo svolte all’interno o all’esterno di pubblici esercizi potrà essere concessa l’autorizzazione in deroga agli orari in casi del tutto eccezionali, in occasione di particolari ricorrenze e/o eventi speciali legati alla promozione turistico/culturale/sportiva, fino ad un massimo di due ore e comunque per massimo tre giornate nell’arco dell’anno.

ESENZIONI DALLA COMUNICAZIONE/RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE IN DEROGA

  • processioni religiose di qualsiasi professione. 
  • manifestazioni politiche, sindacali, a carattere benefico e sportive, le commemorazioni pubbliche, le esibizioni dei cori e delle bande musicali, le sfilate folkloristiche di durata non superiore alle quattro ore e svolte in periodo diurno (non oltre le ore 22.00) per l’uso di apparecchi elettroacustici per l’amplificazione della voce.

Tuttavia, se connesse ai comizi si svolgono manifestazioni musicali, queste devono rispettare la disciplina del presente Regolamento ed i rispettivi limiti di legge.

Informazioni correlate:

Modulo

Modulo - Domanda di autorizzazione in deroga ai limiti orari previsti dal Regolamento acustico comunale per attività rumorose temporanee

Domanda di autorizzazione in deroga ai limiti orari previsti dal Regolamento acustico comunale per inizio attività rumorosa temporanea presso pubblici esercizi o circoli privati, manifestazioni...

Comunicazione attività rumorosa

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam