Ti trovi in:

ReLED - Rete Museale di Ledro » Altri luoghi

Altri luoghi

di Martedì, 29 Aprile 2014 - Ultima modifica: Venerdì, 22 Maggio 2015

A questi luoghi aggiungiamo due elementi da considerare con sempre maggiore attenzione: la Stazione di inanellamento di Caset, centro studi a livello internazionale ed il Percorso etnografico sviluppato lungo tutta la Valle di Ledro, che dovranno inserirsi a completare l’offerta già ricca della rete. Gli attori principalmente coinvolti nel funzionamento della rete sono:

  • Museo delle Scienze, direttamente impegnato nella divulgazione didattica e scientifica;
  • Consorzio per il Turismo Valle di Ledro, al quale spetta la promozione della rete secondo i canali prescelti;
  • Ufficio Biotopi della PAT, proprietario dello stabile in cui è situato il Centro Visitatori dell’Ampola;
  • Associazione Culturale “A. Foletto”, impegnata nella valorizzazione del Museo Farmaceutico.

La Rete è interna alla Valle di Ledro ma fortemente caratterizzata da una capillarità sul territorio provinciale, nazionale ed europeo. Sono cinque le reti più grandi che la collegano all’esterno:

- Rete Musei della Scienza in Trentino;

- Rete Musei della Grande Guerra;

- Rete Siti Palafitticoli Unesco (111 siti palafitticoli);

- Rete Exarc (Rete europea che riunisce i parchi archeologici e gli “Open Air Museum”, affiancando alla ricerca storico-scientifica la divulgazione per il grande pubblico. Tra le attività principali, lo scambio di esperienze conoscenze e la realizzazione di pubblicazioni);

- Rete Natura 2000 (un sistema di aree destinate alla conservazione della diversità biologica presente nel territorio dell’Unione Europea ed in particolare della tutela di una serie di habitat, specie animali e vegetali ritenute meritevoli di protezione a livello continentale.

Di fronte ad un sistema agile ed estremamente vivace, l’Amministrazione Comunale pone grande attenzione considerando questo elemento di peculiarità del territorio ledrense. La partecipazione espressa a vario titolo (mediante convenzioni con il Museo delle Scienze, la compartecipazione alle spese di custodia, la messa a disposizione di stabili comunali) deve perseguire nel tempo per mantenere elevati standard di cultura ed avvicinamento alla conoscenza attraverso l’esperienza e l’attività laboratoriale. I rapporti costanti con il Consorzio per il Turismo assicurano la promozione di questa realtà secondo i canali che più si confanno alla realtà turistica della Valle di Ledro.