Ti trovi in:

Cultura » Avvisi e news » Al via sabato 3 febbraio la nuova stagione teatrale

Al via sabato 3 febbraio la nuova stagione teatrale

di Martedì, 02 Gennaio 2018 - Ultima modifica: Venerdì, 05 Gennaio 2018
Immagine decorativa

Sarà Andrea Castelli con lo spettacolo "La mia Iliade"  ad aprire la nuova stagione teatrale proposta dal Comune di Ledro. Alle ore 21.00 di sabato 3 febbraio i riflettori sono tutti puntati sull'attore trentino che in chiave ironica racconta l'Iliade reinterpretando i personaggi a modo suo, in forme diverse, usando principalmente l'italiano con intarsi di trentino, romanesco e veneto per far parlare Agamennone, Cassandra, Achille e tanti altri. Si prosegue poi lunedì 5 marzo con gli Oblivion con lo spettacolo "Othello, la H è - muta..." - teatro comico musicale al suo meglio, con tanto talento dispensato senza avarizia, arricchito dagli equilibrismi canori e dai montaggi beffardi ma impeccabili cui ci hanno abituati questi 5 formidabili attori e cantanti. Leggi tutto

Data di inizio pubblicazione 02/01/2018
Data di archiviazione 16/04/2018

Sabato 24 marzo sarà lo spettacolo "Invisibili generazioni" della compagnia teatrale Elementare Teatro ad intrattenere il pubblico in sala. Commissionato e co-prodotto dall’Ufficio Emigrazione della Provincia Autonoma di Trento
nell’ambito del progetto Trentino Global Network - TgN.

Concludono la stagione al Centro culturale ledrense domenica 15 aprile gli immancabili Nicola Pistoia e Paolo Triestino con lo spettacolo "La Cena dei cretini". Un gruppo di ricchi borghesi parigini ogni settimana organizza, per divertimento, una cena in cui ognuno di loro invita un “cretino”: il migliore vincerà la serata. Comincia da qui una girandola di gag irresistibili e malintesi divertenti, che trascineranno il pubblico in un turbinio di risate di fronte alle situazioni paradossali e incredibili che, loro malgrado, i protagonisti saranno costretti a vivere.

******************************************************************************************************************

PROGRAMMA STAGIONE TEATRALE

Sabato 3 febbraio 2018

Andrea Castelli

LA MIA ILIADE

Lunedì 5 marzo 2018

Oblivion

OTHELLO, LA H E' MUTA...

Sabato 24 marzo 2018

Elementare Teatro

INVISIBILI GENERAZIONI

Domenica 15 aprile 2018

Nicola Pistoia e Paolo Triestino

LA CENA DEI CRETINI

*******************************************************************************************************************

PREZZI E INFORMAZIONI

ABBONAMENTI (per 4 spettacoli)

Intero  €          40,00

Ridotto €          20,00

per giovani (fino a 18 anni), studenti (fino a 25 anni), anziani (oltre 65 anni), soci Touring Club Italiano

INGRESSI

Intero €          12,00

Ridotto €            6,00

per giovani (fino a 18 anni), studenti (fino a 25 anni), anziani (oltre 65 anni), soci Touring Club Italiano

Prevendita abbonamenti:

Per il rinnovo degli abbonamenti:

da martedì 2 a giovedì 19 gennaio 2018 presso gli sportelli delle Casse Rurali del Trentino.

Per la sottoscrizione dei nuovi abbonamenti:

da lunedì 22 gennaio 2018 a venerdì 2 febbraio 2018 presso gli sportelli delle Casse Rurali del Trentino;

sabato 3 febbraio 2018 dalle 18.00 alle 21.00 presso la biglietteria del Centro Culturale Locca di Concei.

Prevendita biglietti:

a partire da lunedì 29 gennaio 2018 per tutti gli spettacoli esclusivamente presso gli sportelli delle Casse Rurali del Trentino fino alle ore 15.30 del giorno della rappresentazione o del venerdì precedente se lo spettacolo è programmato di sabato o di domenica.

Il servizio è fornito a titolo gratuito dalle Casse Rurali Trentine.

Prevendita biglietti presso il Centro Culturale di Locca:

il giorno dello spettacolo dalle ore 20.00 alle 21.00.

Informazioni presso il Comune di Ledro – Servizio Attività Culturali (tel. 0464/592729)

***************************************************************************************************************************

PROGRAMMA

Sabato 3 febbraio 2018 ore 21.00

Andrea Castelli

LA MIA ILIADE

Immagine decorativa

Un sogno-progetto tenuto nel cassetto per anni: raccontare l’Iliade. Prima di Baricco e dopo un grande professore che alle medie, negli anni sessanta, fece innamorare di Omero il timido Castelli: l’amato-temuto professore Antonio Clauser.

La mia Iliade

Ci sono momenti della storia in cui il presente è così brutto, banale e triste, che rifugiarsi nel mito diventa sin troppo facile. Forse anche comodo. Nell’uno e nell’altro caso, comunque, ci soccorre la fantasia. Allora, portato da queste ali, anche il mito può diventare attuale, più vicino a noi, può darci consolazione perché nell’Iliade c’è tutto: l’amore, la violenza, la poesia, la guerra, l’ira, la gelosia, il dolore, le
madri, i padri, gli dei volubili e beffardi… in una parola ci siamo noi.
Andrea Castelli racconta l’Iliade e interpreta i personaggi a modo suo, in forme diverse, usando principalmente l’italiano con intarsi di trentino, romanesco, veneto per far parlare Agamennone, Cassandra, Achille e tanti altri. La chiave è l’ironia, l’autoironia meglio, quella che ci fa capire col sorriso che al di là del mito c’è una realtà che è cambiata ben poco: la condizione umana.

lunedì 5 marzo 2018 ore 21.00

Una produzione Agidi

OTHELLO, L'H E' MUTA

testi di Davide Calabrese e Lorenzo Scuda
arrangiamenti musicali di Lorenzo Scuda
con gli Oblivion - Graziana Borciani, Davide
Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda
e Fabio Vagnarelli
al piano Denis Biancucci
consulenza registica di Giorgio Gallione

Immagine decorativa

2013. 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi. 200 anni dalla nascita di Richard Wagner. 10 anni di Oblivion… Nel 1603 Shakespeare scrive Othello. Otello è la prima parodia mai scritta dagli Oblivion. Otello è la primaopera di Verdi in cui si avverte chiaramente l’influsso di Wagner. Otello è anche la prima parodia mai scritta dagli Oblivion. L’inevitabile, ahinoi, si è compiuto… Un nuovo progetto speciale per gli Oblivion. Due secoli di critica musicale e teatrale condensati in una rivoluzionaria scoperta: la differenza tra l’Otello verdiano e quello shakespeariano? È l’H… E così si compie il misfatto e il doppio bicentenario Verdi - Wagner viene comicamente profanato alla maniera degli Oblivion.

Gli Oblivion accolgono la sfida lanciata dalla numerologia dando vita a un evento eccezionale: Othello, l’H è muta... Il Moro ritorna per l’ultima volta in scena amato e tradito dai cinque alfieri canterini. Un’orgia tra Wagner, Verdi e Shakespeare nella quale a Rossini spetta il ruolo di voyeur. Un pianista con un piano ben preciso accompagnerà gli Oblivion in un percorso shakespeariano alternativo. Da Otello a
BalOtello in tutti i Mori, in tutti i Iaghi… La classica vicenda shakesperiana prende pieghe del tutto inattese e capita che i nobili personaggi verdiani si dimentichino i testi di Arrigo Boito per usare quelli di Mogol o di zucchero…
Teatro comico musicale al suo meglio, con tanto talento dispensato senza avarizia, arricchito dagli equilibrismi canori e dai montaggi beffardi ma impeccabili cui ci hanno abituati questi 5 formidabili attori e cantanti, diventati in poche stagioni beniamini del pubblico teatrale, seguiti da centinaia di migliaia di spettatori anche su Internet. In Othello, l’H è muta... gli Oblivion demoliscono a colpi di grottesca ironia sia l’Othello di Shakespeare che l’Otello di Verdi in uno show in cui, oltre a cantare, recitano e si dirigono, con musiche dal vivo e un soggetto unico. In 90 minuti il quintetto gioca a tutto campo con arie d’opera, canzoni pop, citazioni irriverenti e gag esilaranti.

Per questo spettacolo la Cassa Rurale offrirà un ingresso OMAGGIO a tutti i propri Soci interessati.
Il biglietto andrà richiesto unicamente presso gli sportelli della Cassa Rurale di Ledro, entro venerdì 2 marzo 2018.

sabato 24 marzo 2018

Elementare Teatro

INVISIBILI GENERAZIONI

testo e regia Carolina De La Calle Casanova
con Marco Ottolini, Paola Tintinelli,
Valentina Scuderi e Federico Vivaldi

Immagine decorativa

Commissionato e co-prodotto dall’Ufficio Emigrazione della Provincia Autonoma di Trento nell’ambito del progetto Trentino Global Network - TgN. In collaborazione con Progetto Altrove di Riva del Garda, Trentini nel Mondo di Trento, Primiero Oltre Mondo, Comune di Vallarsa, Comunità della Vallagarina. Progetto partecipante alla Vetrina delle idee di Fondazione Caritro.

Tutti conosciamo qualcuno che è partito, chi in Europa, chi in altri continenti. Figli, nipoti, amici emigrano di nuovo per trovare lavoro e progettare una vita, cosa che – dopo la crisi, economica, politica, sociale – qui è sempre più difficileimmaginare.
Questa “generazione invisibile” ha diritto a una voce – che abbiamo scelto teatrale – e noi abbiamo il dovere di guardare e vedere la loro fatica e le loro speranze, consapevoli che in un mondo che sta cambiando velocissimamente immaginare soluzioni, proporre nuove politiche è una difficile impresa.

L’Ufficio Emigrazione della Provincia Autonoma di Trento

Questo paese sta invecchiando; i giovani se ne vanno, anno dopo anno. Nemmeno la Brexit, l’Isis, gli estremismi in aumento, la nascita di nuovi mestieri at home arrestano le ben tre generazioni invisibili che prendono residenza all’estero.
E tutto ciò non lo diciamo noi, lo dicono i dati (incompleti per difetto) dell’Aire, il rapporto annuale dell’Istat, gli studi.
Nell’Era del Virtuale l’emigrazione giovanile sembra solo essere la punta di un iceberg inesplorato; sotto acqua, in disgelo, c’è un cambiamento in essere di cui i nostri figli saranno comunque protagonisti.
Invisibili Generazioni è la commedia grottesca e punk che canta di questo cambiamento collocando nel coro delle retrovie la classe dirigente; nel ritornello che si ripete la nonna; nelle strofe in prima linea chi parte e chi resta, due fratelli orfani.
Come ogni buon cambiamento che si rispetti, questo canto non può che iniziare dal caos.

Carolina De La Calle Casanova

Domenica 15 aprile 2018

Teatro Ghione in collaborazione con Fiore&Germano

LA CENA DEI CRETINI

di Francis Veber
con Nicola Pistoia, Paolo Triestino,
Simone Colombari,Maurizio D’Agostino,
Loredana Piedimonte, Silvia Degrandi
regia di Pistoia e Triestino

Immagine decorativa

Un classico della commedia francese, un grande successo che da oltre vent’anni diverte, affascina ed emoziona le platee di tutto il mondo. Un gruppo di ricchi borghesi parigini ogni settimana organizza, per divertimento, una cena in cui ognuno di loro invita un “cretino”: il migliore vincerà la serata.
Comincia da qui una girandola di gag irresistibili e malintesi divertenti, che trascineranno il pubblico in un turbinio di risate di fronte alle situazioni paradossali e incredibili che, loro malgrado, i protagonisti saranno costretti a vivere.
I personaggi di Pierre e Pignon sembrano scritti su misura per Triestino e Pistoia, che affrontano per la prima volta un autore d’oltralpe, accompagnati da una compagnia di splendidi attori.

Francis Veber (autore tra l’altro de L’apparenza inganna, La capra, Il rompiballe) analizza la nostra società con lucida ironia, sovverte i luoghi comuni e mostra il lato “cattivo” di ognuno di noi, regalandoci un divertimento (questo sì) “intelligente”.
DALLA STAMPA

«Pistoia e Triestino, due inappuntabili attori comici e “cretini”»
Franco Cordelli - Corriere della Sera

«… due interpreti irresistibili»
Rita Cirio - L’Espresso

«… maestria consumata e tempi perfetti»
Alessandra Bernocco - dramma.it
13

 

Classificazione dell'informazione

Riferimenti:

di Martedì, 02 Gennaio 2018

Sarà Andrea Castelli con lo spettacolo "La mia Iliade"  ad aprire la nuova stagione teatrale proposta dal Comune di Ledro. Alle ore 21.00 di sabato 3 febbraio i riflettori sono tutti puntati sull'attore trentino che in chiave ironica racconta l'Iliade reinterpretando i personaggi a modo suo, in forme diverse, usando principalmente l'italiano con intarsi di trentino, romanesco e veneto per far parlare Agamennone, Cassandra, Achille e tanti altri. Si prosegue poi lunedì 5 marzo con gli Oblivion con lo spettacolo "Othello, la H è - muta..." - teatro comico musicale al suo meglio, con tanto talento dispensato senza avarizia, arricchito dagli equilibrismi canori e dai montaggi beffardi ma impeccabili cui ci hanno abituati questi 5 formidabili attori e cantanti. Leggi tutto