Ti trovi in:

Attività Economiche » Commercio su area pubblica » Limiti alla vendita alcolici e superalcolici su aree pubbliche

Menu di navigazione

Aree tematiche

Limiti alla vendita alcolici e superalcolici su aree pubbliche

di Giovedì, 24 Marzo 2016
Immagine decorativa

Per bevanda alcolica si intende ogni prodotto contenente alcol alimentare con gradazione superiore a 1,2 gradi di alcol, mentre per bevanda superalcolica si intende ogni prodotto con gradazione superiore al 21% di alcol in volume (art. 1, comma 2 della L. 125/2001).

Ai sensi dell'art. 87 TULPS "E' vietata la vendita ambulante di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione".

L'art. 14 comma 3 della L.P. n. 17/2010 dispone: "E' vietata la vendita su aree pubbliche di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione diverse da quelle poste in vendita in recipienti chiusi nei limiti e con le modalità previste dall'art. 176, comma 1 del R.D. 6 maggio 1940, n. 635". Possono quindi essere vendute su aree pubbliche:

  • le bevande superalcoliche (contenuto alcolico superiore al 21% del volume) in recipienti chiusi di capacità non inferiore a litri 0,200;
  • le bevande alcoliche in recipienti chiusi di capacità non inferiore a litri 0,33.

Art. 14-bis comma 2 della L. 30/03/2001, n. 125 - Legge quadro in materia di alcol e di problemi alcolcorrelati: "Chiunque vende o somministra alcolici su spazi o aree pubblici diversi dalle pertinenze degli esercizi muniti della licenza prevista dall'articolo 86, primo comma, del TULPS, dalle ore 24 alle ore 7, fatta eccezione per la vendita e la somministrazione di alcolici effettuate in occasione di fiere, sagre, mercati o altre riunioni straordinarie di persone ovvero in occasione di manifestazioni in cui si promuovono la produzione o il commercio di prodotti tipici locali, previamente autorizzate, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.000 a euro 12.000. Se il fatto è commesso dalle ore 24 alle ore 7 attraverso distributori automatici, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 30.000. Per le violazioni di cui al presente comma è disposta anche la confisca della merce e delle attrezzature utilizzate."
Divieto dalle ore 24.00 alle ore 7.00 vale per le attività di commercio su aree pubbliche che si svolgono in forma itinerante e nei chioschi (non abilitati alla somministrazione).

Mentre è vietata la vendita e somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche sulle aree pubbliche da parte degli esercizi muniti della licenza prevista dall'articolo 86 primo comma del TULPS, dalle ore 3 alle ore 6.